Abu Huraira (Allah si compiaccia di lui) riferisce di aver sentito dire dal profeta (pace su di lui):
" E' da buon musulmano evitare ciò che non ci riguarda "

Abu Dharr Giundub ibn Giunada e Abu Abd ar-Rahman Muaz ibn Giabal (Allah si compiaccia di loro) riferiscono che il Messaggero di Allah (pace su di lui) ha detto:
"Ovunque tu sia, temi Allah; ad una cattiva azione fai seguire un'opera buona, la quale cancellerà la prima. Tratta la gente benevolmente."

 

Il Messaggero (pace e benedizioni su di lui) disse: "Io e l'uomo che alleva un orfano saremo cosi nel Paradiso -unendo la punta dell'indice e del medio"

Disse anche: " chi è credente in Allah e nel Giorno del Giudizio non arrechi danno al suo vicino, chi è credente in Allah e nel Giorno del Giudizio tratti l'ospite con generosità"

Abu Huraira (Allah si compiaccia di lui) ha riferito che il Messaggero di Allah (pace su di lui) ha detto:
"Ogni falange di ciascuna persona deve fare la carità ogni giorno che sorge il sole. Agire equamente tra due persone è carità; aiutare un uomo a salire in groppa alla propria cavalcatura e caricarvi le sue cose è carità; una parola buona è carità; ogni passo compiuto per andare a fare la preghiera è carità; togliere dalla strada ciò che reca danno è carità."

Il Profeta Muhammad (pace e benedizioni su di lui) disse:" Mentre procedeva lungo una via, un uomo trovò un ramo di spine sulla strada e lo butto` di lato; Allah gli rese grazie e lo perdonò".

 

Secondo Abu Huraria (Allah si compiaccia di lui), il Messaggero di Allah (pace su di lui) ha detto:
"Non invidiatevi l'un l'altro; non maggiorate i prezzi; non odiatevi l'un l'altro; non voltate le spalle l'uno all'altro e non siate venali, ma siate fratelli, o servi di Allah! Il musulmano è fratello del musulmano: non lo opprime nè lo abbandona, non lo inganna né lo disprezza. Qui sta la devozione - e accennò per tre volte al petto. E' male per un uomo disprezzare il fratello musulmano. Tutto ciò che possiede il musulmano è inviolabile per un altro musulmano: il suo sangue, i suoi beni e il suo onore.".
Secondo Abu Huraria (Allah si compiaccia di lui) il Profeta (pace su di lui) ha detto:

"Chi solleva un credente da una pena terrena, Allah lo solleverà da una pena nel Giorno del Giudizio. Chi agevola una persona bisognosa, Allah lo agevolerà in questo mondo e nell'altro. Chi è indulgente verso un musulmano, Allah sarà indulgente con lui in questo mondo e nell'altro. Allah viene in aiuto del suo servo nella misura in cui questi viene in aiuto del fratello"

Secondo Abu Hamza Anas ibn Malek (Allah si compiaccia di lui), servo del messaggero di Allah (pace su di lui) ,il profeta ha detto:
"Nessuno di voi è credente se non desidera per il fratello ciò che desidera per sé stesso"

 

Abu al-Abbas Abdullah figlio di Abbas (Allah si compiaccia di lui) racconta
"Un giorno mi trovavo dietro il Profeta (pace su di lui) ed egli mi disse: <Giovanotto, ti insegnerò qualche parola . Ricordati sempre di Allah ed Egli ti proteggerà. Ricordati sempre di Allah e te lo troverai davanti. Se tu chiedi, chiedi ad Allah. Se tu cerchi aiuto, chiedilo ad Allah. Sappi che se l'intera comunità si riunisse per farti beneficiare di qualcosa, non potrebbe farlo che della sola cosa che Allah ha già scritto per te. Ormai le penne sono alzate e le pagine scritte sono asciutte >"

Ibn Mas'ûd riferì: "Durante un viaggio in compagnia del Messaggero di Allah ( pace e benedizioni su di lui), lui si allontanò un po' dall'accampamento. In quel momento, vedemmo un uccello con due uccellini di cui ci impossessammo. L'uccello ci volò intorno finché tornò il Messaggero (pace e benedizioni su di lui), che ci chiese: "Chi ha afflitto questo uccello levandogli i suoi piccoli?". Rendetegli il suo piccolo!"

Disse anche:
"Il credente più perfetto nella fede è quello dall'indole migliore, e i migliori tra di voi sono i migliori nei confronti della loro famiglia"

"Paga al lavoratore il suo stipendio prima che il suo sudore si asciughi"

"Una buona parola è carità"

Sorridere a un tuo fratello è un atto di carità" "


- A cavallo, dietro di lui

- si intende consiglio, insegnamento, sentenza, ecc..