Consiglio di Luqman a suo figlio

Surah Luqman versetti 12-19

 

*Riguardo Luqman ci sono diverse interpretazioni. Era un bravo uomo di origini africane ed era molto conosciuto tra la sua gente. C'erano tre possibilità riguardo alle sue origini. Poteva provenire da un'area dell'Etiopia (Habashah), dalla Nubia (sud dell'Egitto) o dal Sudan. Crediamo che abbia vissuto durante il periodo del Profeta Dawuud (AS)

12. Certamente fummo Noi a dare la saggezza a Luqman : “Sii riconoscente ad Allah : chi è riconoscente lo è per se stesso. Quanto a colui che è ingrato, in verità Allah è colui che basta a Se Stesso, il Degno di lode »

13. E (ricorda) quando Luqman disse a suo figlio , avvisandolo: “Figlio mio, non attribuire ad Allah associati. AttribuirGli associati è un' enorme ingiustizia”.

*Versetto 13 ci dice di obbedire e adorare Allah e di non associare niente a Lui. Shirk o associare un partner ad Allah è una grande trasgressione.

14. Abbiamo imposto all'uomo di trattare bene i suoi genitori: lo portò sua madre di travaglio in travaglio e lo svezzò dopo due anni: “Sii riconoscente a Me e ai tuoi genitori. Il destino ultimo è verso di Me.

*Dal versetto 14 Allah (SWT) rende un importante obbligo il prenderci cura dei nostri genitori che viene subito dopo l' ordine di adorare Lui solo e di non commettere Shirk.

( Va ricordato ai bambini quanto è dura per i genitori prendersi cura di loro , specialmente per la madre, e in particolare quando erano piccoli e bisognosi di cure)

15. E se entrambi ti obbligassero ad associarMi ciò di cui non hai conoscenza alcuna, non obbedire loro, ma sii comunque cortese con loro in questa vita e segui la via di chi si rivolge a Me. Poi a Me farete ritorno e vi informerò su quello che avrete fatto ».

*Dal versetto 15, dobbiamo trattare i bambini con amore e gentilezza così che loro ci trattino allo stesso modo. Noi stessi dobbiamo dimostrare gentilezza verso i nostri genitori in qualsiasi momento anche se ci chiedono di disobbedire Allah.

16. “O figlio mio, anche se fosse come il peso di un granello di senape, nel profondo di una roccia o nei cieli o sulla terra, Allah lo porterà alla luce. Allah è dolce e ben informato.

*Dal versetto 16, dobbiamo spiegare ai bambini che anche le piccole azioni, buone o cattive,, riceveranno la loro ricompensa o punizione e sarà data da Allah (SWT) nel Giorno del Giudizio. Questo li incoraggerà ad avere un'attenzione maggiore e ad essere più attenti alle conseguenze dei propri atteggiamenti.

17. “O figlio mio, assolvi all'orazione, raccomanda le buone consuetudini e proibisci il biasimevole e sopporta con pazienza quello che ti succede. In verità , questi sono alcuni degli importanti comandi ordinati da Allah , senza (possibilità) di esonero.

*Versetto 17. Questa lezione include l'incoraggiare i bambini a fare la preghiera in tempo. Ricordando che noi, i genitori siamo il PRIMO esempio. Pregare all'ora stabilita in accordo a quanto prescritto dal Profeta SAW. Incoraggiandoli a fare del bene e proibire il male nel miglior modo possibile ed essere pazienti facendo ciò perché non tutti reagiranno nei loro confronti positivamente e alcune persone invece li prenderanno in giro. Quindi è meglio ricordarlo spesso.

18. “Non voltare la faccia dagli uomini con orgoglio e non calpestare la terra con arroganza : in verità Allah non ama il superbo vanaglorioso.

*Versetto 18 incoraggia i bambini ad avere buone maniere. Ad essere gentili, ad aiutare, e a trattare le persone con rispetto. Essere umili ed evitare l'arroganza.

19. “Sii modesto (o non mostrare arroganza) nel camminare e abbassa la tua voce : invero la più sgradevole delle voci è quella (il ragliare) dell'asino »

*Versetto 19 insegna loro (i bambini) a non camminare con orgoglio, a non camminare troppo veloce o troppo lento e a non alzare la voce a meno che sia necessario.